Cultor College


Torino, la Sindone, e la sua storia:

Percorso Valfrè




Sebastiano Valfrè cuce la Sindone con l'aiuto di Vittorio Amedeo II e Anna D'Orleans
In occasione dell'ostensione della Sindone, Cultor propone un itinerario denominato "Percorso Valfrè" che è allo stesso tempo una rilettura storica e una visita di alcuni tra i luoghi più significativi di Torino. In sette tappe percorre i luoghi più importanti nella vita del Beato Sebastiano Valfrè, il sacerdote che legò la sua vita alle vicende della città e alla Sindone. Nel 1694, infatti, in occasione del trasferimento nella nuova cappella del Guarini appositamente eretta, si vollero sostituire i veli di supporto del sacro lino, che erano stati posti dalle clarisse di Chambery, così il 26 giugno Valfrè , in presenza del duca Vittorio Amedeo e della duchessa Anna, li ricucì personalmente rinforzando i rattoppi e i rammendi.

Ma la traccia che Valfrè ha lasciato è dovuta soprattutto al suo apostolato tra la gente, particolarmente nelle difficili traversie dell'assedio del 1706. Un'opera meritoria che gli valse anche il rispetto e la confidenza di casa Savoia.

Questo itinerario (che si può seguire a piedi seguendo la cartina riprodotta qui sotto, consultando gli studi specifici sulle singole tappe cliccando sui rispettivi riferimenti numerati, oppure con un veloce tour virtuale cliccando qui) è uno spunto per chi visiterà Torino per la prima volta ma pure per chi già la frequenta e vuole approfondirne la conoscenza.





© Contatti