Home > Cronologia > Bagerhat


Bagerhat

Questa città nel sud del Bangladesh ha diversi monumenti islamici dal XV secolo. La maggior parte di questi sono attribuiti a Jahan Ali Khan, un signore locale e un celebrato santo sufi. Gli edifici sono in stile omogeneo, insolito mix di architettura Tughlak e stile bengali. Caratteristiche comuni sono il cornicione curvo inclinata verso l'angolo, e gli spessi muri Tughlaki. La fusione di questi stili risale alle origini di Khan Jahan, un nobile Tughlak che sembra essere venuto a Bengala Timur solo dopo il sacco di Delhi nel 1398. Acquisi' la superficie forestale del Sundarbans come jagir dal sultani di Delhi e Bengala, istituendo un capitale fortificata a Khalifatabad (ora Bagerhat) e avviando un energico programma di costruzioni in tutta la città. I suoi monumenti più importanti sono la moschea Shaith Gombuz, la moschea Masjidkur e la sua tomba, tutti costruzioni della metà del XV secolo. Di questi il Shaith Gumbaz Masjid (qui raffigurato) è la più importante ed ambiziosa. La Masjid sorge in un grande recinto definito da un basso muro. Si entra attraverso una grande porta a est impreziosita da decorazioni in terracotta. La Masjid è pesante, forte, con muri spessi come bastioni-affusolati, con torri angolari arrotondati a cupole. Il tetto è leggermente ricurvo, eccetto per la parte centrale che è in stile Bengali charchala.

Photos and Text © Amit Guha