Analisi Tecnico - Estetica dell'opera pittorica

Analisi della "Festa degli Dei" di Bellini - Dossi - Tiziano - Dettaglio (7)

Dettaglio


Nettuno che accarezza con lascivia Gea (Cibele): questo particolare nel dipinto ha sollevato interrogativi profondi. L'autore voleva celebrare il matrimonio di Alfonso d'Este e Lucrezia Borgia? Lei ha in mano una mela cotogna, che è il simbolo del matrimonio, e in realtà il viso di Gea secondo alcuni somiglia molto a quello reale di Lucrezia.


Il volto di Gea raffigura quello di Lucrezia Borgia ?

Nel dettaglio vediamo evidenziato il particolare del viso di Gea, paragonato a un ritratto di Lucrezia Borgia.

Il volto di Nettuno raffigura quello del duca Alfonso ?

Anche in questo caso il dettaglio del viso di Nettuno è paragonato a un ritratto del duca Alfonso d'Este.

La mano è stata spostata ?

Gli indizi non sono chiari. Benchè il tessuto appaia disegnato sotto la mano (ai raggi X e all'infrarosso), l'osservazione al microscopio non mostra nessuna parte del tessuto sotto la mano.

Queste figure hanno un aspetto imbarazzante. Secondo lo studio degli strati di colore la mano destra di Nettuno è stata spostata, da Bellini non da Tiziano. Nessuna parte del colore arancione steso da Bellini si trova sotto la mano posata sulla coscia.

La mano destra di
Nettuno (Alfonso) inizialmente non era sulla coscia di Cibele (Lucrezia) ma sul suo petto.