Analisi Tecnico - Estetica dell'opera pittorica

Analisi del "Festino degli Dei" un capolavoro a più mani - Bellini (5)

Bellini


I raggi X e le immagini agli infrarossi rivelano che inizialmente, tre delle ninfe erano maggiormente coperte dai vestiti. Bellini in un secondo tempo allargò abbondantemente le loro scollature, presumibilmente su richiesta del duca Alfonso, per rendere la scena più consona all'ambiente del suo studiolo.



Dall'immagine ai raggi X e agli infrarossi si nota che inizialmente la spalla sinistra della ninfa era coperta. Nell primo riquadro a sinistra vediamo in sequenza la ricostruzione della immagine così com'era inizialmente (Bellini's first (recostruction)) e com'è ora con la spalla scoperta.

Una successiva correzione, infatti, ha cancellato parte del vestito scoprendo la spalla (Bellini's final).

Anche la ninfa che regge la brocca sul capo inizialmente aveva la spalla e il seno coperti, come si vede nelle immagini ai raggi X.

Pure in questo caso una modifica successiva ha denudato la giovane.

Nel terzo riquadro a destra vediamo sia la ricostruzione dell'immagine originale (Bellini's first (recostruction)), che l'immagine finale (Bellini's final)

A completare il gruppo delle ninfe discinte, i raggi X e gli infrarossi rivelano che anche la ragazza piegata vicino ad Apollo inizialmente aveva spalla e seno sinistro coperti.

Anche in questo caso possiamo vedere la ricostruzione dell'immagine iniziale confrontata con quella attuale.

Sulla veste blu della ninfa che regge il vaso sul capo c'è un'impronta lasciata da Bellini, che nel particolare vediamo ingrandita di 3 volte.

Bellini probabilmente ha usato la punta del dito per fondere i colori ancora umidi direttamente sulla tela, come sul bordo del vestito blu della ninfa. Questo indicherebbe che fu lui stesso ad eseguire le "svestizioni" delle ninfe.

I raggi X e gli infrarossi rivelano altre modifiche come ad esempio le mani spostate o l'aggiunta di oggetti come il tridente di Nettuno. Se Bellini è stato l'autore delle modifiche alle vesti delle ninfe, probabilmente fu anche l'autore (e non Tiziano) di questi altri cambiamenti.