Cultor College


Tempio di Pahto Hamya (XI-XII secolo)

del prof. Robert D. Fiala




Il Thamya Patho e, sullo sfondo, il Museo Archeologico di Bagan.


Il Thamya Pahto è un grande tempio a due piani situato all'interno delle vecchie mura della città vicino al Museo Archeologico.

Il suo santuario centrale misura un po' più di 7,08 m x 8,58 m.
Vi è un ampio porticato che si estende verso l'esterno sul lato est. Le terrazze merlate includono una terrazza a 12 lati e tre terrazze superiori quadrate.


La guglia fu distrutta dal terremoto del 1975, ma venne restaurata nel 1976 e nel 1984.
Blocchi quadrati in cima al primo livello senza dubbio reggevano repliche, in miniatura, della guglia centrale, come si vede in molti altri templi di Bagan.

 





Il Thamya Patho (a sinistra), quindi Shwegugyi, Mahazedi e il Nga-kywe-na-daung

L'interno è composto da una serie di moduli quadrati con vestibolo, santuario e altre componenti.
Rimangono alcune modanature a stucco; numerose pitture murali nel deambulatorio sono tra i primi dipinti Bagan, sebbene la maggior parte siano piuttosto in cattive condizioni.
Vi è anche una grande immagine del Buddha.
Thamya contiene anche uno dei primi santuari al piano superiore, una caratteristica che sarebbe diventata comune nel periodo centrale dell'architettura di Bagan.

L'importante storico Paul Strachan ha scritto e studiato dettagliatamente Pahto Thamya da lui definita: "Un'architettura equilibrata e auto-fiduciosa che pose le basi per ulteriori ricercatezze architettoniche".
Inoltre suggerisce che Pahto Thamya era un "simbolo supremo dei progressi della fede Theravada buddhista a Bagan".

Bagan monumento numero 1605

La sezione del Thamya Patho.



Last modified: January 2018