Cultor College


monastero di Nat Taung Kyaung (XVIII secolo)

del prof. Robert D. Fiala




Lo splendido monastero in legno di teak di Nat Taung Kyaung.


Il monastero di Nat Taung Kyaung (o Monastero Nat-Taung), situato nelle vicinanze del villaggio di Taung-bi, immediatamente a nord delle mura della città di Old Bagan, sorge in una radura isolata in mezzo a una grande varietà di alberi.
Anche se la sua data di fondazione è incerta, probabilmente è il più antico, certo è il più bello tra i monasteri in legno della regione.
Purtroppo, questo piccolo gioiello è poco conosciuto, a volte non è nemmeno menzionato nelle guide turistiche. In qualche modo, naturalmente, questo suo anonimato può essere utile ai suoi residenti. Sicuramente ha oltre 200 anni ed i locali lo chiamano monastero Leya.
L'età è confermata da Sylvia Fraser-Lu nel suo delizioso libro sui monasteri buddhisti in legno del Myanmar. Oltre alle mie osservazioni personali, tutte le informazioni su questo monastero sono tratte da questo volume splendidamente illustrato.

 



A differenza dei templi e degli stupa, molto più antichi, di mattoni, pietra e stucco, i monasteri di Bagan, e quelli del Myanmar in generale, sono di legno.

Anche se molti dei monumenti di Bagan sono in cattive condizioni, è opportuno ricordare che hanno più di 500 anni.


Molti dei monasteri in legno con rilievo architettonico sono scomparsi nel corso dei secoli per una serie di motivi.

Dettaglio degli ornamenti alla parte centrale del tetto.


A differenza dei templi e degli stupa, che sono siti di pubblica venerazione e di culto, i monasteri erano i luoghi di residenza per i monaci che avevano poco o nessun reddito.

Spesso la costruzione e il sostentamento di questi monasteri veniva dalle donazioni personali di chi voleva guadagnarsi dei meriti lungo la strada per il Nirvana.
Ma la manutenzione e la complessa ristrutturazione di questi edifici non ha avuto la stessa importanza per le generazioni successive che hanno preferito costruire nuove strutture.

Così molti di questi edifici, fatti in materiale deperibile, sono caduti in rovina o degradati. Inoltre, mentre le strutture in legno sono state meno suscettibile ai pericoli dei terremoti (vedi i templi del Giappone), hanno però dovuto affrontare altre minacce: il fuoco, insetti, pioggia, umidità e l'intensità dei raggi del sole.
Bagan è una zona secca del Myanmar. Eppure si possono verificare fenomeni estremamente rapidi, con frequenti e forti piogge che contribuiscono al deterioramento delle strutture in legno.

 




Complesse ed elaborate decorazioni a forma di uccelli e di fiamme.

Anche se i monasteri di Bagan sono simili ad altri del Myanmar, hanno qualità uniche.

Questi edifici erano di solito costruiti in legno di teak, uno dei più resistenti, a causa della sua grana.
Si tratta di un tipo di legno molto diffuso con eccezionale resistenza e impermeabilità all'umidità.


Veniva usato anche legno di padauk, un albero di legno duro a grana fine resistente ai danni provocati dalle termiti.

La scaletta sulla parte sinistra del monastero, coperta dal tradizionale pyathat.

Il sistema a più livelli con tetti spioventi a tenda, noto come 'Zei-ta-wun' rivela un design straordinariamente creativo, mentre le torri 'pyathat' costruite intorno ad un unico palo, con i tetti discendenti di varie dimensioni sono un altro elemento importante di Nat Taung.
Gli edifici monastici e le case di legno in generale, erano di solito impostate su piattaforme di legno che offrivano ventilazione e protezione da serpenti e altri intrusi sgradevoli.


Il complesso di Nat Taung contiene due monasteri, numerosi pyathats, padiglioni, edifici residenziali ed edifici accessori. Il corpo principale del monastero, con un orientamento est-ovest, è di circa 40 m. x 35 m. La maggior parte dei suoi elementi significativi risalgono al periodo pre-coloniale Kon-Baung, alcune stanze apparentemente sono state edificate più tardi.
La sua connotazione più importante sono le sue numerose sculture in legno che sono in gran parte del tardo periodo Kon Baung (dalla metà alla fine del XIX secolo).


Ci sono stati lavori occasionali di ristrutturazione, ma recentemente la maggior parte dell'antico complesso conventuale Mon ha subito un accurato restauro. I fondi sono arrivati dall'estero, mentre il Dipartimento di Archeologia ha assunto la responsabilità per il suo mantenimento facendo molto per ripristinare l'antico splendore.
Il vicino monastero di legno Taung-bi, per esempio, è stato smontato, allo scopo di fornire agli artigiani familiarità con le antiche tecniche di costruzione che potrebbero essere utilizzate per rimettere a nuovo altri monasteri.


Oggi Nat Taung è un meraviglioso esempio dell'abilità artistica degli artigiani, sia del passato che del presente. Il restauro delle immagini di volatili nelle decorazioni del tetto, le decorazioni a fiamma, le incisioni e le sculture, le decorazioni 'yin-du' e quelle delle balaustre rispondono al tentativo di restaurare, mantenendo l'originale autenticità.
Inoltre, l'installazione di scale in stile tradizionale al posto di grandi strutture in stile occidentale, ha aggiunto un elemento significativamente autentico.
Nat Taung, tuttavia, non è solo un meraviglioso pezzo da museo per conoscere il passato, ma è un monastero dove si vive e si lavora.




Last modified: January 2018